top of page
Cerca
  • mind20srl

Coordinatore della Sicurezza: chi è e cosa fa



Il Coordinatore della sicurezza è una figura di importanza fondamentale in cantiere. A questo nome in realtà corrispondono due profili professionali distinti ma connessi, i cui requisiti e obblighi sono dichiarati nel D.lgs 81/2008.


Chi è il Coordinatore per la Sicurezza?

Il Coordinatore per la sicurezza è colui che funge da ponte tra le parti coinvolte nei lavori all'interno di cantieri temporanei e mobili. Esso costituisce un punto di incontro per i committenti, i progettisti, le ditte e gli operai.

Questa figura ha due ruoli differenti e paralleli che spesso sono ricoperti da due individui diversi (anche se può capitare che essi coincidano), si tratta dunque di:

  1. Coordinatore della Sicurezza in fase di Progettazione o CSP;

  2. Coordinatore della Sicurezza in fase di Esecuzione o CSE;

Come deducibile dal nome, il Coordinatore della Sicurezza in fase di Progettazione svolge i suoi compiti durante la fase di progettazione del cantiere edile, dunque prima che i lavori abbiano inizio. L’impegno del Coordinatore per la progettazione è fondamentale per avviare al meglio il cantiere edile e per contribuire al raggiungimento degli obiettivi prefissati.

Diversamente, il CSE è la figura incaricata dal Committente del cantiere per garantire il rispetto delle norme di salute e sicurezza in fase di esecuzione. Il suo compito è quello di verificare l’idoneità della documentazione di sicurezza predisposta dalle imprese, effettuare sopralluoghi in cantiere e coordinare le attività di imprese affidatarie, imprese subappaltatrici e lavoratori autonomi al fine di evitare pericolosi imprevisti.

Quando è necessario nominare il Coordinatore della Sicurezza e chi deve farlo?

Nominare il Coordinatore per la sicurezza è obbligatorio quando all'interno di uno stesso cantiere edile adoperano più imprese esecutrici, anche se quest'ultime non si trovano a svolger il lavoro contemporaneamente.

Come stabilito dall'art. 90 del Testo Unico sulla sicurezza sul lavoro, in questi casi il Committente oppure eventualmente il Responsabile dei lavori delegato ha l'obbligo di procedere con la nomina dei Coordinatori dotati di requisiti professionali adeguati al ruolo.

Compiti e obblighi del Coordinatore per la Sicurezza

I compiti che il Coordinatore per la sicurezza è chiamato a svolgere cambiano nettamente in base alla fase di lavorazione di pertinenza.

Quali sono i compiti del CSP?

  • Prevedere la tipologia e le caratteristiche del ponteggio, che saranno informazioni necessarie per la redazione del PiMUS;

  • Valutare i rischi interferenziali inerenti allo stoccaggio e allo spostamento dei materiali oppure all'utilizzo ed eventuale trasformazione del ponteggio;

  • Stimare i relativi costi della sicurezza.

Gli obblighi del CSP

Gli obblighi e le mansioni del CSP riguardano la fase di progettazione dei lavori ed ruotano attorno alla sfera di "preparazione" degli stessi. Egli gli deve provvedere:

  • Alla redazione del piano di sicurezza e di coordinamento o PSC;

  • Alla predisposizione del fascicolo dell'opera con le informazioni sui rischi per i lavori successivi alla realizzazione.


Diversi sono i compiti e gli obblighi del CSE.

Quali sono i compiti del CSE?

Successivamente il CSE dovrà assicurarsi che il PiMUS sia stato redatto e sia presente in cantiere. Dovrà, inoltre, verificare l’applicazione delle disposizioni del PSC (rischi interferenziali, tipologia e caratteristiche del ponteggio) e adeguare il PSC nel caso di trasformazione del ponteggio (e verificare il conseguente adeguamento del POS).

Come indicato nell'articolo 92 del D.Lgs. 81/2008, qualora l’impresa non avesse provveduto a redigere i PiMUS (ABC del ponteggiatore), il CSE lo deve segnalare al committente o al responsabile dei lavori, previa contestazione scritta al datore di lavoro interessato.

In caso di pericolo grave e imminente riscontrato direttamente, il CSE deve sospendere i lavori fino all’avvenuta verifica del PIMUS elaborato in seguito al suo intervento.


I compiti e gli obblighi del CSE, invece, sono inquadrabili nella fase di realizzazione materiale dell'opera. Sulla base di quanto detto, il CSE ha i seguenti obblighi

Obblighi del CSE

  • verificare l'applicazione del PSC;

  • verificare l'idoneità del POS e la corretta applicazione delle procedure di lavoro;

  • adeguare i documenti redatti dal CSP all'evoluzione dei lavori e aggiornare i piani operativi;

  • coordinare le attività e la reciproca informazione tra le imprese;

  • verificare l'attuazione degli accordi tra le parti sociali;

  • segnalare al committente o al responsabile dei lavori eventuali mancanze da parte delle imprese e proporre la sospensione dei lavori e del contratto;

  • comunicare l'inadempienza all'ASL e alla direzione territoriale del lavoro nel caso in cui il committente o il responsabile dei lavori non adotti alcun provvedimento;

  • sospendere le attività lavorative qualora venga riscontrato un pericolo grave in cantiere.

  • verificare che i lavoratori addetti abbiano ricevuto una formazione adeguata e mirata alle operazioni previste;

  • verificare che il preposto sia presente durante l’esecuzione delle attività;

  • sospendere le attività di smontaggio in caso di pericolo grave ed imminente direttamente riscontrato.


Quali sono i requisiti per fare il Coordinatore per la Sicurezza?

Per poter ricoprire il ruolo di CSP o CSE, i professionisti devono possedere alcuni requisiti prestabiliti. Si tratta principalmente dei seguenti titoli di studio, associati, quando necessario, alla comprovata esperienza lavorativa in determinati settori:

  • Diploma di laurea in ingegneria/architettura/geologia/scienze agrarie/scienze forestali, con attestazione da parte del datore di lavoro o di un committente che comprovi l’espletamento di attività lavorativa nel settore delle costruzioni per almeno un anno;

  • Diploma universitario in ingegneria o architettura con attestazione da parte del datore di lavoro o di un committente che attesti l’espletamento di attività lavorative nel settore delle costruzioni per almeno due anni;

  • Diploma di geometra o perito industriale o perito agrario o agrotecnico con attestazione da parte del datore di lavoro o di un committente comprovante l'espletamento di attività lavorativa nel settore delle costruzioni per almeno tre anni.


Assieme a uno di questi titoli, ai professionisti è richiesto anche il possesso dell'attestato di frequenza allo specifico corso di formazione in materia di sicurezza sul lavoro, della durata di 120 ore, come stabilito dalla normativa.

La formazione del Coordinatore della Sicurezza in fase di Progettazione o CSP

Corso per Coordinatore per la sicurezza:

Il corso per Coordinatore della sicurezza nei cantieri è abilitante alla suddetta professione. Esso viene rilasciato solo a seguito del superamento del test di verifica finale e dovrà essere aggiornato ogni 5 anni con un corso della durata di 40 ore disponibile anche in modalità e-learning.

Durante il corso si apprendono:

  • L'analisi dei rischi, le norme di buona tecnica e i criteri per l'organizzazione del cantiere;

  • I metodi per la realizzazione di piani di sicurezza e coordinamento (PSC), piani operativi per la sicurezza (POS), piani sostitutivi per la sicurezza (PSS), ecc..

Grazie agli argomenti in esso trattati, tale corso è valido anche per il raggiungimento dei crediti formativi professionali per i maggiori Ordini Nazionali.

L'aggiornamento si articola generalmente in diversi moduli:

Modulo 1: dedicato alla normativa, si concentra sullo studio del sistema legislativo in materia di sicurezza in cantiere, responsabilità civile, penale e amministrativa, ecc.;

Modulo 2: incentrato sull'analisi del rischio e del pericolo (infortuni, segnaletica, dispositivi di sicurezza e protezione individuale, ecc.);

Modulo 3: dedicato al documento di valutazione dei rischi (DVR), al piano di sicurezza e coordinamento (PSC), al piano operativo di sicurezza (POS), ecc.;

Modulo 4: dedicato alle lavorazioni particolari, come scavi, demolizioni e lavori in quota;

Modulo 5: dedicato ai rischi specifici, come agenti chimici, biologici e cancerogeni, il rischio elettrico, l'esposizione al rumore e alle vibrazioni.


Quali differenze troviamo tra Coordinatore per la Sicurezza e L'RSPP?

Ricordiamo, inoltre, che il Coordinatore della sicurezza non deve essere confuso con l'RSPP, ovvero il Responsabile del Servizio Protezione e Prevenzione.

Quest'ultimo, infatti, deve essere sempre nominato, indipendentemente da quale sia il settore in cui l'azienda opera (anche quando non si tratta di cantieri edili) e per ricoprire questo ruolo è sufficiente il diploma di istruzione secondaria e un'adeguata formazione seguita da un aggiornamento periodico.


Lo Studio Mind 2.0 mette a tua disposizione le figure professionali necessarie per svolgere sia il ruolo di CSP sia di CSE.







8 visualizzazioni0 commenti

Σχόλια


Post: Blog2_Post
bottom of page