Pratiche edilizie

Lo Studio Mind 2.0 si occupa della compilazione e trasmissione di pratiche edilizie per il settore residenziale e per quello commerciale. Operiamo su tutto il territorio di Roma e dintorni.

AMBITO RESIDENZIALE:

Condono

CILA

SCIA

Variazione catastale

Certificato di agibilità

Permesso di costruire

Halloween Caffellatte.png
 

DETTAGLO

CONDONO

È un provvedimento grazie al quale è possibile sanare un abuso edilizio. Studio Mind 2.0 si occupa anche di pratiche vecchie da portare a compimento.

VARIAZIONE CATASTALE

Serve per comunicare agli uffici dell'Agenzia del Territorio (Catasto) una modifica sopravvenuta in un immobile. Ad esempio in caso di ristrutturazione di un appartamento, di un ampliamento, di un frazionamento. La variazione catastale è richiesta anche in caso di regolarizzazioni e sanatorie prima di un rogito.


I casi più frequenti in cui bisogna procedere con la rettifica della planimetria sono:


  • Per ottenere la conformità catastale prima di un rogito grazie alla presentazione di pratiche in sanatoria (come accertamento di conformità o CILA)

  • Modifica della distribuzione di un appartamento dovuta ad una tipica ristrutturazione con spostamento di tramezzi. Ad esempio per la realizzazione di un nuovo bagno, l'eliminazione del corridoio, lo spostamento della cucina.

  • Frazionamento o fusione di unità immobiliari. Scorporo di cantine e soffitte

  • Cambio di destinazione d'uso. Ad esempio trasformazione di negozio in abitazione, box in cantina, soggiorno in cucina, posto auto in box, etc.

  • Ampliamento per piano casa.

  • Creazione di nuove superfici come solai, soppalchi, terrazzi praticabili.

  • Modifica della toponomastica come indirizzo, nome del proprietario o altri dati presenti nella visura.

L'aggiornamento della planimetria va presentato solo se è stata verificata la regolarità edilizia-urbanistica dell'immobile. Quindi se lo stato di fatto è conforme al titolo edilizio e al progetto annesso. 

CILA

La CILA, ovvero la Comunicazione di Inizio Lavori Asseverata, è un titolo abilitativo che serve per ristrutturare un edificio tramite un intervento di manutenzione straordinaria.

La CILA è obbligatoria quando si realizzano interventi di manutenzione straordinaria che non toccano le parti strutturali dell'edificio, ovvero:

  • interventi manutenzione straordinaria leggera;

  • interventi di restauro;

  • interventi di risanamento conservativo;

  • interventi di rimozione delle barriere architettoniche che non alterano la sagoma dell'edificio;

  • interventi residuali non riconducibili all'elenco di cui all'articolo 6, 10 e 22 del D.P.R. n. 380/2001.

CERTIFICATO DI AGIBILITÀ

Il certificato di agibilità è un documento che attesta la sussistenza delle condizioni di sicurezza, igiene, salubrità e risparmio energetico degli edifici.

Il certificato di agibilità viene redatto in riferimento ai seguenti interventi:

  • nuove costruzioni;

  • ricostruzioni o sopraelevazioni totali o parziali;

  • interventi sugli edifici esistenti che possano influire sulle condizioni di sicurezza, igiene, salubrità, risparmio energetico degli edifici e degli impianti negli stessi installati.

SCIA

La Scia (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) è una comunicazione da effettuare all'amministrazione comunale quando si intende effettuare degli interventi edilizi che comportino demolizione, restauro o ampliamento di immobili. La SCIA va firmata da un tecnico abilitato e consegnata al proprio comune. Permette di realizzare numerosi interventi edilizi. 

Aspetto importante è l'introduzione della SCIA alternativa al permesso di costruire (ossia la super SCIA che sostituisce la Super DIA) per:

  • interventi di ristrutturazione che implicano modifiche sostanziali, come variazioni alla volumetria e ai prospetti, cambio di destinazione d'uso degli edifici nel centri storici, cambio di sagoma degli edifici vincolati;

  • interventi di nuova costruzione o ristrutturazione urbanistica disciplinati da piani attuativi e accordi negoziali che contengono precise disposizioni plano-volumetriche, tipologiche, formali e costruttive;

  • interventi di nuova costruzione che attuano strumenti urbanistici generali recanti precise disposizioni plano-volumetriche.

PERMESSO DI COSTRUIRE

Il permesso di costruire è un'autorizzazione amministrativa prevista dalla legge italiana, concessa dal comune, che autorizza l'attività di trasformazione urbanistica e edilizia del territorio, in conformità agli strumenti di pianificazione urbanistica.

 

Pratiche edilizie

Lo Studio Mind 2.0 si occupa della compilazione e trasmissione di pratiche edilizie per il settore residenziale e per quello commerciale. Operiamo su tutto il territorio di Roma e dintorni.

AMBITO COMMERCIALE:

Sicurezza sui luoghi di lavoro

Pratiche per le insegne

Scia commerciale

Dichiarazione rispondenza impianti

Ristrutturazione

Occupazione suolo pubblico

Pratiche ASL

Progettazione e prevenzioni incendi

Halloween Caffellatte.png
 

DETTAGLO

SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO

Considerato che gli adempimenti documentali previsti possono essere diversi a seconda della tipologia di attività, ci limitiamo qui a riportare un elenco dei principali documenti da tenere in azienda. Tutta la documentazione, una volta elaborata, dovrà essere conservata in azienda (su supporto cartaceo e/o elettronico) e resa disponibile per eventuali visite ispettive.


Documento di Valutazione dei Rischi

Il DVR è la relazione in cui si individuano e analizzano tutti i possibili pericoli presenti in azienda, con l’obiettivo di ridurre o eliminare i rischi per la salute e la sicurezza dei lavoratori.

Piano di Emergenza ed Evacuazione

Questo Piano, integrato al DVR, è un documento di grande importanza per affrontare le situazioni di maggior pericolo. 

Nel piano sono contenute le operazioni che i lavoratori devono attuare per prevenire e ridurre al minimo i rischi, in caso di eventi eccezionali ed emergenze.

Piano Operativo di Sicurezza

Il POS è obbligatorio per tutte le imprese esecutrici di un cantiere temporaneo o mobile, comprese le imprese subappaltatrici.

Contiene tutte le informazioni sulle procedure da adottare per prevenire e ridurre il rischio di infortuni, e tutelare la salute dei lavoratori.

La redazione di questo documento è obbligatoria sia per commissioni pubbliche sia private, ma sono escluse dalla compilazione tutte le aziende pubbliche e i lavoratori autonomi che svolgono il proprio lavoro tramite Partita IVA.


Piano di Montaggio Uso e Smontaggio 

Il PIMUS deve essere redatto per tutti i cantieri in cui sia necessario l'utilizzo di un ponteggio.

Contiene tutte le indicazioni tecniche e organizzative per gli addetti e i preposti all'utilizzo.

RISTRUTTURAZIONE

La CIA è una comunicazione di inizio attività effettuata dal proprietario o da chi ne abbia titolo con la quale si informa che si eseguiranno opere edili nell'ambito del proprio immobile, opere riconducibili all'elenco di cui art. 6 comma 2 del D.P.R. 380/01 e s. m.i:

  • Manutenzione straordinaria di cui all’articolo 3, comma 1, lettera b), ivi compresa l’apertura di porte interne o lo spostamento di pareti interne, sempre che non riguardino le parti strutturali dell’edificio, non comportino aumento del numero delle unità immobiliari e non implichino incremento dei parametri urbanistici; le opere dirette a soddisfare obiettive esigenze contingenti e temporanee e ad essere immediatamente rimosse al cessare della necessità e, comunque, entro un termine non superiore a novanta giorni;

  • Le opere di pavimentazione e di finitura di spazi esterni, anche per aree di sosta, che siano contenute entro l’indice di permeabilità, ove stabilito dallo strumento urbanistico comunale, ivi compresa la realizzazione di intercapedini interamente interrate e non accessibili, vasche di raccolta delle acque, locali tombati;

  • I pannelli solari, fotovoltaici e termici, senza serbatoio di accumulo esterno, a servizio degli edifici, da realizzare al di fuori della zona A) di cui al decreto del Ministro per i lavori pubblici 2 aprile 1968, n. 1444;

  • Le aree ludiche senza fini di lucro e gli elementi di arredo delle aree pertinenziali degli edifici.

SCIA COMMERCIALE

Segnalazione Certificata di Inizio Attività - costituisce uno dei principali adempimenti amministrativi da compiere per iniziare, modificare o cessare un'attività produttiva artigianale, commerciale o industriale.

PRATICHE PER LE INSEGNE

L’installazione permanente di insegne di esercizio, mezzi pubblicitari e targhe professionali, presso la sede dell’attività o nelle pertinenze accessorie, è soggetta unicamente alla presentazione della SCIA.
Per “insegne di esercizio” si intendono i manufatti di qualunque natura, dimensioni e tipologia installati nella sede dell’attività a cui si riferiscono o nelle pertinenze accessorie, recanti simboli, marchi e denominazione delle ditte e delle aziende rappresentate, comunque volti a pubblicizzare.

PRATICHE ASL

Le richieste ASL possono essere di vario genere. Il nostro studio professionale potrà seguire il processo burocratico più opportuno che ti accompagnerà alla richiesta per te necessaria.
Questo possono essere:

  • Assistenza tecnica nei rapporti pubbliche autorità

  • Perizia insonorizzazione per somministrazione

  • Parere igienico sanitario

  • Deroga locali interrati

  • Allegato sanitario A1/A2/A3

  • Emissioni scarsamente rilevanti

  • E MOLTO ALTRO...

OCCUPAZIONE SUOLO PUBBLICO

Pratica utile a occupare parte del suolo pubblico per un determinato intervallo di tempo. Prevede il pagamento di oneri concessori. Servizio attivo a Roma.

DICHIARAZIONE RISPONDENZA IMPIANTI

La DiRi, la Dichiarazione di Rispondenza è un importante documento finalizzato a garantire che un impianto elettrico (ma non solo!) sia stato progettato e realizzato a norma. Secondo quanto stabilito dall’Art. 1 della legge 46/1990, gli impianti che necessitano di una Dichiarazione di Rispondenza sono:

  • Impianti elettrici;

  • impianti radiotelevisivi e di protezione dalle scariche atmosferiche;

  • impianti di climatizzazione;

  • impianti idraulici;

  • impianti di distribuzione gas;

  • impianti adibiti al sollevamento di persone e oggetti (ascensori, scale mobili, montacarichi);

  • impianti di protezione antincendio.

PROGETTAZIONE E PREVENZIONI INCENDI

La progettazione antincendio è l’insieme di tutti gli accorgimenti tecnici e progettuali necessari per garantire la salvaguardia e la sicurezza delle persone, oltre che la tutela dell’ambiente e dei beni, in caso di incendio.

Essendo finalizzata a minimizzare le occasioni di sviluppo di un incendio e i pericoli derivanti da questo fenomeno, la progettazione antincendio deve:

  • ridurre al minimo la propagazione del fuoco agli ambienti vicini o all’esterno;

  • ridurre al minimo lo sviluppo e la propagazione del fumo e del fuoco all’interno della struttura;

  • assicurare la stabilità delle strutture portanti così da permettere agli occupanti di lasciare indenni l’edificio e ai soccorritori di intervenire.

 
Image by Scott Graham

Richiedi una consulenza personalizzata!