top of page
Cerca
  • mind20srl

8 soluzioni per separare angolo cottura e salotto

Nelle case di oggi, cucina e salotto sono spesso uniti all'interno dello stesso ambiente. Una soluzione pratica per certi versi (senza divisioni lo spazio risulta più ampio), ma per altri aspetti, problematica. Le modifiche che si possono apportare in un salotto con angolo cottura per creare una separazione sono tante: nella nostra lista, troverai sicuramente l'idea più giusta per te!

 



Il bancone come elemento divisorio

 



Se la cucina e il living si trovano all'interno di una zona giorno di scarsa metratura, una strategia per marcare il confine tra le due aree può essere quella di inserire un bancone, un tavolo con sgabelli o una piccola isola. Questa soluzione è perfetta anche per gli ambienti molto ampi.

 

Una finestra interna

 



Una vetrata che somiglia ad una finestra, posta all'interno della parete che separa l’angolo cottura dal salotto, è una soluzione molto apprezzata dagli amanti dell'interior design in stile industriale. Si può impiegare per sfruttare una parete dove è presente un’apertura più grande, chiudendola in parte con un elemento in muratura e in parte con una vetrata.

 

La cucina semiaperta

 



Costruire un muretto di media altezza crea uno stacco tra l’area destinata alla cucina e la zona living. Con tale soluzione si potranno ricavare superfici d’appoggio e utilissimi spazi di ricovero. Questa tipologia di struttura può essere realizzata in muratura o con altri materiali, come ad esempio, il legno.

 

Una parete in vetro

 



Realizzare una parete su misura in vetro è un intervento abbastanza semplice che trasformerà radicalmente il look della tua casa in pochissimo tempo. È possibile scegliere una vetrata che funga da divisorio, oppure optare per porte scorrevoli o a battente. Quest'ultima soluzione è consigliata perché garantisce una buona illuminazione dei locali, ma allo stesso tempo, blocca all'interno della cucina gli odori derivanti dalla cottura dei cibi.

 

Porte scorrevoli



Se oltre a bloccare gli odori si desidera anche nascondere l’angolo cottura pur non realizzando invasive opere edili, è possibile installare porte scorrevoli con anta/e in legno o in altri materiali, perfette per aprire e chiudere la stanza a seconda delle esigenze.

 

Divisioni leggere

 



Una soluzione più leggera ed economica per suddividere gli ambienti consiste nell'utilizzare i separè, strutture che possono essere progettate a seconda dei propri gusti estetici, e che garantiscono quindi, una completa personalizzazione degli spazi. Un divisorio a tutta altezza si può infatti costruire con diverse tecniche e materiali: si tratta di una soluzione più soft, con funzione prevalentemente estetica e distributiva. In questo caso, per ovviare al problema degli odori, è consigliato attrezzare la cucina con una potente cappa aspirante.

 

Cucina parzialmente chiusa

 



Un'altra ottima soluzione per separare cucina e zona living consiste nel costruire una porzione di parete in muratura o cartongesso che crei una suddivisione tra i due ambienti, pur mantenendoli di fatto, uniti. In questo modo, la parete potrà essere sfruttata da entrambi i lati.

 

Librerie a giorno per separare 

 



Per separare la cucina dalla zona giorno è possibile utilizzare anche librerie da pavimento a soffitto. Questa soluzione si rivela molto utile, perché la libreria è sia un elemento d’arredo, sia una pratica struttura di ricovero, dove riporre libri ed altri oggetti.


Cerchi idee per il tuo arredo?





14 visualizzazioni0 commenti
Post: Blog2_Post
bottom of page