top of page
Cerca
  • mind20srl

Ceramica o gres porcellanato: scopriamo le differenze



Quando iniziamo la ristrutturazione della nostra casa o del nostro bagno ci troviamo di fronte a molte scelte, una dei quali riguarda la pavimentazione giusta.

In questo caso uno degli interrogativi più frequenti è: ceramica o gres porcellanato? Mentre fino a qualche anno fa sembrava non esserci troppa scelta, perchè o ci si orientava verso il parquet o verso le classiche mattonelle in ceramica, oggi lo scenario è diverso. Alle pavimentazioni più note si è aggiunto il gres porcellanato che si è dimostrato un’ottima soluzione, ad esempio, per chi vuole in bagno un pavimento effetto legno (in questo caso si parla di gres porcellanato finto parquet) senza incorrere in tutte le problematiche di un vero pavimento in legno in un ambiente umido come il bagno.


Ci sono differenze?

Sebbene ceramica e gres porcellanato sono spesso assimilati presentano differenze rilevanti e caratteristiche proprie, che è importante conoscere nel momento in cui dobbiamo decidere tra l'uno o l'altro, per poterci orientare al meglio e scegliere in modo consapevole la pavimentazione che più fa al caso nostro. Vediamo, quindi, quali sono le caratteristiche di questi due materiali.

Caratteristiche della ceramica

La ceramica è da sempre il materiale più usato per il rivestimento di pareti e pavimenti di tutta la casa. Piccoli mattoncini in ceramica possono essere usati anche per realizzare mosaici dietro al rubinetto del lavello o al piano cottura.

La ceramica che viene usata per la realizzazione delle piastrelle è in genere quella monocottura, ovvero quel tipo di cottura che cuoce nello stesso tempo il materiale di base rosso e il decoro superficiale precedentemente realizzato con vernici o vetrina, che diventa parte della mattonella.

Tipi di ceramica:

  • Terrecotte

  • Gres

  • Argilla

  • Porcellana

Vantaggi e svantaggi della ceramica

Quello che bisogna sapere è che la ceramica come tutti i materiali ha i suoi pro e i suoi contro: è un materiale costituito da pasta tenera e assorbente, facilmente scalfibile, quindi sarà più delicata e più incline a crepe o spaccature soprattutto se posta su una base non livellata in precedenza.

A suo vantaggio c’è che richiede una facile manutenzione e per la pulizia basta utilizzare un normale prodotto in commercio per i pavimenti in ceramica e inoltre è impermeabile alle aggressione della sostanze chimiche.


Caratteristiche del gres porcellanato

Le mattonelle in gres porcellanato sono realizzate in argilla resa più densa grazie all'aggiunta di sabbia e altre materie prime che vengono macinate insieme e poi pressate. Quello che si ottiene da questo processo è un materiale poco poroso, resistente e molto duro. Durante la sua realizzazione si può decidere il colore da dare all’ impasto, opaco o lucido, creando piastrelle colorate per intero senza smalti superficiali né verniciature, ma se si vuole anche le piastrelle in gres porcellanato possono essere smaltate superficialmente. Esiste anche quello definito gres porcellanato sottile che presenta uno spessore di 3 mm e che può essere applicato sopra un altro pavimento senza dover togliere le mattonelle già presenti.


Vantaggi e svantaggi del gres

Prima di tutto bisogna ricordare la sua grande varietà, il gres in base alla lavorazioni a cui è sottoposto può assumere un aspetto sempre diverso richiamando l’estetica di altri materiali come la pietra, il marmo o il legno. Altro grande vantaggio è la resistenza, cosa non da poco in una casa. Non si rovina sottoposto al contatto con di agenti chimici e risulta un materiale idrorepellente ciò vuol dire che non assorbe acqua e questo lo rende ideale per ambienti come il bagno ma anche per gli esterni. Per quanto riguarda gli svantaggi va detto che è un materiale con basso isolamento termico e con un peso specifico superiore quindi bisogna essere sicuri che la caldana solaio sia abbastanza forte da reggere il peso.


Differenze tra ceramica e gres porcellanato

Le differenze tra ceramica e gres porcellanato sono molte. La prima sta proprio nel processo di formazione: mentre la ceramica viene cotta il gres viene fuori dalla pressatura.

Sicuramente il gres porcellanato è maggiormente resistente agli urti e ai graffi, con un risultato migliore in termini di durata e usura. Mentre la ceramica è più delicata e facile a rotture. Inoltre il gres si adatta bene alla realizzazione di superfici continue senza fughe cosa che la ceramica non permette.

Quando e perchè scegliere il gres porcellanato

Il gres porcellanato è un’ottima soluzione per contenere i prezzi durante una ristrutturazione, in quanto è una valida alternativa a materiali più costosi e delicati come il legno. Ideale anche per la pavimentazione di bagno e cucina in una casa con parquet, in questo caso il gres finto legno può essere la soluzione più pratica per bagno, pensiamo all'umidità che si forma nella zona del box doccia, senza però rinunciare all’ estetica.


Hai bisogno di altri consigli per la tua ristrutturazione?






13 visualizzazioni0 commenti

Comments


Post: Blog2_Post
bottom of page