top of page
Cerca
  • mind20srl

Settanta milioni per le vele di Calatrava: cantieri entro l’autunno

L'annuncio del sindaco che ha spiegato come verranno impiegate le risorse messe a disposizione dal Demanio



Ci sono settanta milioni di euro a disposizione delle “Vele di Calatrava”. È questa la somma messa sul piatto dall’Agenzia del Demanio che, subentrata all’università di Tor Vergata, dal marzo 2021 è proprietario del complesso urbanistico “la città dello sport”.

A dare la notizia è stato il sindaco di Roma al termine della Cabina di regia sul Giubileo che si è svolta il 14 marzo a Palazzo Chigi. “Il Demanio ci ha presentato l'intervento sulle vele di Calatrava da 70 milioni che ci permetterà la riqualificazione della vela scoperta con la realizzazione di un'area verde. Abbiamo rimodulato l'intervento per avere una conclusione entro il Giubileo ma resta la prospettiva dell'Expo per il suo completamento”.


Il Giubileo e le vele

Il complesso urbanistico progettato dall’archistar iberica, era rientrato nel programma di interventi da mettere in campo per il Giubileo del 2025. L’intenzione iniziale era quella di lavorare per il “completamento dell’area eventi”, intervenendo sull’area del “Palanuoto”con la costruzione dell’involucro di copertura, l’allestimento di tribune amovibili e la “realizzazione degli allestimenti interni per corrispondere agli usi liturgici destinati a grandi assemblee”. Lavori erano previsti anche sull’altro edificio del complesso, il Palasport, con “Interventi rivolti all’arresto del degrado delle strutture realizzate” ed il “confinamento dell’area di cantiere rispetto agli spazi, aperti e coperti destinati ai flussi e alla permanenza del pubblico convenuto per assistere agli eventi liturgici”.

Come è stato rimodulato l'intervento

Rispetto alle iniziali intenzioni, come accennato dal sindaco, l’intervento è stato rimodulato. Ed é stato lo stesso Gualtieri, che è il commissario per le opere giubilari, a spiegare come. “Verrà riqualificata la vela del palasport - ha aggiunto - e l'area sarà resa fruibile per eventi sportivi, congressuali e altro, e sistemata nell'area intorno. Ci sarà infine la messa in sicurezza di entrambe le vele per evitare il degrado che c'è intorno. I cantieri – ha aggiunto il sindaco - apriranno tra pochi mesi, già in estate-autunno”.

ll completamento delle vele

L’obiettivo è quindi di sistemare “la vela scoperta”, ovvero il Palasport, al fine di garantire che sia “fruibile per eventi sportivi e congressuali ed altro”. Verrà inoltre sistemata l’area verde circostante e tutte e due le vele “saranno messe in sicurezza per evitare il degrado che c'è intorno” ha spiegato il sindaco. Per completare “la città dello sport”, anche con la copertura della vela scoperta, si punta invece sull’altra grande sfida che, per battere le città concorrenti, vede impegnata l’amministrazione comunale ed il governo: l’Expo2030.


11 visualizzazioni0 commenti

Komentarze


Post: Blog2_Post
bottom of page